Mica prosciutto e cachi!

foto 1 copia
Mi sono divertita a giocare con Keith Haring e il caco

 

foto 2 copia
Gira gira sul caco

 

Il caco (Diospoyros kaki, cibo degli dei) appartiene alla famiglia delle Ebenaceae, chiamato anche Dispero o più raramente Loto. È originario dalla Cina, da dove prende il nome di “mela d’Oriente”, fu definito anche “albero delle sette virtù” che sono: lunga vita (le piante di cachi possono vivere anche mezzo secolo), grande ombra, assenza di nidi fra i suoi rami, inattaccabilità da parte dei tarli, possibilità di giocare con le sue foglie indurite dal ghiaccio, ricchezza in sostanze concimanti per il terreno e la settima virtù è data dal bel fuoco che fornisce il suo legno. Successivamente si diffuse in Giappone per arrivare in Europa alla fine del XVIII secolo. (Fonte: Sito Unadonna)

In questo periodo si vedono tanti alberi carichissimi di cachi che nessuno raccoglie un po’ perché sono frutti strani, un po’ perché sono viscidi e molto deperibili. E’ un peccato però sprecarli e con un pizzico di fantasia ci si inventa il modo di interpretarli in cucina: guardate un po’ questa ricetta di Sandwich al prosciutto crudo, brie e caco.

Chiara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...